Oggetto: Privacy e gruppi di Whats App

Come noto, in seguito all’introduzione del GDPR (Regolamento Europeo n. 679/2016 sulla privacy), Whats App ha modificato i propri Termini di servizio e la propria Informativa sulla privacy, stabilendo che il requisito di età per usare Whats App è «avere almeno 16 anni».

Ne discendono alcune conseguenze di non poco rilievo.

Per un verso, i genitori sono responsabili dell’attivazione di Whats App da parte dei figli che abbiano inserito una data di nascita falsa e dei contenuti postati dai figli stessi.
Per l’altro, non è possibile utilizzare né creare un gruppo classe su Whats App cui partecipino minori di 16 anni.

Pertanto i docenti che creano una chat di classe su Whats App o semplicemente postano messaggi su una chat creata anche da qualche genitore, ma nella quale i docenti sono a conoscenza che partecipano anche ragazzi minori di 16 anni, potrebbero incorrere in spiacevoli conseguenze.

In ogni caso, i docenti non possono trattare dati personali degli alunni su Whats App. A norma delle vigenti disposizioni in tema di privacy il Titolare del Trattamento dei dati, infatti, è il Dirigente
scolastico.

Invito pertanto tutti i docenti a prestare la massima attenzione a quanto previsto dalla presente circolare.

Cordialmente.

Il Dirigente Scolastico
Prof. Luigi Franco

Attachments:
Download this file (Circ_63_Privacy_e_Whats_App.pdf)Circ_63_Privacy_e_Whats_App.pdf[ ]193 kB